Passa la legge AmmazzaBlog mentre tutti intorno fanno rumore…

Forse l’informazione non è uno strumento totalmente avverso alle politiche di questo governo. In questi giorni c’è stata una forte polemica nei confronti di Vasco Rossi, alcuni tifosi anti Rossi si sono posti contro il cantante (diciamo che non vedevano l’ora) per spalare fango sul cantante. Vi spiego perché. Molti sono stati colti in castagna per la loro ignoranza: hanno visto un titoletto “Nonciclopedia chiuso da Vasco Rossi”, è noto a tutti che sia lui il Presidente del Consiglio e che ha il potere di chiudere un sito. Fortunatamente non siamo a questi livelli, Vasco Rossi ha sporto denuncia contro una pagina diffamatoria nei suoi confronti “V. Rossi è un vecchio bavoso tossicomane che vende cocaina davanti alle scuole e deve la sua fama alla credulità di milioni di rimbambiti fatti e strafatti quanto e più di lui”.

E’ vero, Vasco Rossi è un personaggio pubblico e deve prepararsi anche a critiche, ma non è un robot, tutti i personaggi famosi sono persone come me e come Voi cari lettori, e non è possibile vedere certi accanimenti pesanti contro qualcuno. C’è una sete di “giustizia” gratuita verso chi ha fama e notorietà. Io ho provato a mettermi nei suoi panni e in quelli di altri; perché c’è questa voglia di abbattere le montagne? Perché questa rabbia repressa!? Questo scaturisce dalla cattiva informazione. Ed è uscito oggi nel web che NonCiclopedia è rimasto aperto, perchè c’era una scritta “Scioperiamo contro gli Avvolt…Avvocati di Vasco Rossi” con un’altra parte “se ne vuoi sapere di più clicca qui”. Se si “cliccava lì” trovavi cosa? L’intero sito! Ma guarda un po’… Una prima ipotesi può essere che i gestori del sito abbiano avuto un’ottima trovata pubblicitaria, molto dannunziana (se si ricorda D’Annunzio fece circolare la notizia che era morto…il giorno dopo è uscito fuori con il suo nuovo pseudonimo chiaro riferimento all’arcangelo Gabriele, tutto questo per spot). Una trovata geniale ma che ha messo in moto un’intera massa di ragazzi che ignorando realmente i fatti, e mal sopportando il cantante, si è scagliata contro di lui. Questo ha distolto l’attenzione di molti, ed è qui che scatta la seconda ipotesi. Oggi si votava un DDL liberticida che minava alla libertà appunto dei siti web, tant’è che oggi Wikipedia ha bloccato le sue ricerche. E’ forse Vasco Rossi il problema o un Governo che potrebbe aver cavalcato l’onda della mala-informazione? Sono state distolte tante menti per giorni, e sappiamo bene le pratiche e i giochi fatti dal governo in questi anni. I vari passaparola, catene i sant’Antonio, tutti piani studiati ad hoc per distogliere l’attenzione dei frequentatori del Web e di FaceBook. Molti mi hanno rivolto forti critiche personali, sul fatto di questa mia tesi provata su nonciclopedia, ma è inevitabile, non potevo stare zitto di fronte all’evidenza e come tanti ho il dovere di togliere il fango dagl’occhi che questo governo ha posto sapientemente sui Nostri occhi. Stiamo Uniti ragazzi, Uniti… O saranno loro a vincere, quelli che non vogliono la libertà di pensiero, di parola. Anche su questo ho un appunto da fare; se io dico “c’è libertà di pensiero, parola e azione in Democrazia”, è vero, ma partiamo dal concetto di libertà: cos’è la libertà se non il rispetto del prossimo e di tutto ciò che riguarda la sua sfera privata, il suo diritto alla vita,alla proprietà… Quando si dice “si è preso la libertà di…”, più traviante di così non si può, una parola sacra è stata abbattuta in una sola frase. Non esiste libertà di offendere, non esiste  libertà di Uccidere nel corpo e nell’anima! Ci sono anche delle leggi predisposte a tutelare questi diritti. La Libertà, quella vera è fatta di diritti, di rispetto, altrimenti si finisce nel cannibalismo del corpo e dell’anima più becero. Quello è l’ultimo stadio, ma prima ne vengono altri, frai quali gli insulti gratuiti. Non prendo più la figura di Vasco Rossi perché ne ho abusato, come esempio. Prendiamo Alan Sorrenti, il quale ha avuto sul finire degli anni ‘80 un grosso problema di droga, oppure Laura Antonelli, problema simile. Avranno sbagliato, ma non hanno sofferto un po’? O sono tutti androidi? Con questa riflessione vi lascio e sappiate che l’avversario primario è un altro, che ci sta togliendo pian piano la terra sotto i piedi, giocando d’astuzia, mettendo zizzania fra Noi esseri Pensanti e Liberi.

So che posso contare su di Voi, anzi su di Noi.

L’Ostinato Cinalli.

Annunci

One thought on “Passa la legge AmmazzaBlog mentre tutti intorno fanno rumore…

  1. fabrizio ha detto:

    Perfettamente inquadrata la situazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...