La mia risposta all’articolo “I Santi Italiani non mettono bombe”

http://fardello.wordpress.com/2011/10/03/i-santi-italiani-non-mettono-bombe/#comments

Se tutto questo fosse successo nell’arco del periodo che va dal ’67 all’80 altrochè bombe, amico mio…Ci sarebbero state rivoluzioni contrapposte, nere rosse e bianche….Oggi forse è un bene che facebook abbia appesantito il sedere un po’ a tutti, però non deve appiattire il cervello con post facili e stupidi, ad esempio gli ultimi su Vasco Rossi pro e contro ai quali ho risposto con energia. Ma è impossibile il popolo di fb persegue l’ignoranza e basta n titoletto per scatenare questo inferno. Ma dal vivo?! Noi NerdItalianiUniti (NIU) cosa facciamo? avremmo il coraggio di dire le stesse cose? No…è una maschera. Non tutti ovviamente, come sai caro Fardello, sono un po’ una rogna da gestire per molti. Le cose cambieranno? Si cambieranno…ma con un “se”. Cambieranno se lanciamo i nostri post, ma se cinque minuti dopo ci ritroviamo in Piazza a parlarne, a condividere i pensieri a unirci per questi….Non a far emonologhi, che ne sono anche troppi. Vedi Emil, abbiamo perso il senso della Collettività, dell’essere Collettivi, esseri viventi nella SOCIETA’ proprio nell’epoca dei SocialNetwork! Il senso di aggregazione manca. Dal 68 al 72 la Chiesa era piena di aggregazioni Dissenzienti che hanno dato vita a parecchi laici e preti da marciapiede…frutti che oggi riusciamo a cogliere ma a stento. Non ci nascondiamo dietro a un “erano altri tempi” e non iniziamo a improvvisarci sociologi…No non sarà questa la via…sarebbe come dirsi una bugia, e dirsi le bugie porta a costruire mondi paralleli. Quindi mettiamoci in rete e rilanciamo il sentimento degl’anni della contestazione, quella pacifica, ai vertici hanno bisogno di uno scossone, gli mancano le idee e gli ideali in cui credere…c’è un VUOTO…COLMIAMOLO!
Un abbraccio carissimo.

Articolo Originale.

La scientifica politica della non politica, un sistema economico fallimentare, una disoccupazione a livelli spaventosi. Uomini di potere carichi di voglia di tutelare solo i propri interessi… La magistratura che non funziona, le scuole e le università, che ormai sarebbe meglio chiuderle… la disoccupazione, il populismo, mafiosi in Parlamento, la casta, lo sdoganamento del meravigloso sistema: “tutto è normale…”; Escort? Ricatti? Corruzione? Rapporti e legami mafiosi? VABE’ E’ NORMALEEEE!!! E altro ancora…

Un impasto micidiale, che solitamente si sintetizza con una sola parola: “Crisi”! Un impasto in grado di far scattare la scintilla che è già scattata in molti altri paesi del mondo che stanno vivendo un dramma simile. Un mix perisolosissimo che dovrebbe far esplodere la peggior rivolta di questo paese. E invece c’è chi dice che gli italiani dormono e se ne fregano… In parte forse è vero, noi siamo comodi o al massimo rivoluzionari da poltrona e da facebook!

Trovi gli indignatos che manifestano in Spagna stanchi della politica del paese. I greci che si ribellano ad una gestione politica che ha condotto un paese al tracollo. Gli americani che protestano nelle grandi città per il sistema finanziario becero che ha portato al collasso il paese. Per poi non parlare del mondo arabo… Si è vero, gli italiani non si fanno sentire, non si muovono e vanno avanti… eppure la situazione è grave….

Però bisogna considerare anche che oggi in Italia abbiamo moooolti santi o eroi. Si perchè sarebbero da far santi e premiare come eroi, tutti quei giovani che oggi vivono e sopravvivono a questa situazione tremenda, senza metter bombe o sfogare la propria rabbia in manifestazioni violente. Non diamo tutto per scontato… gli italiani dormono, ma non mettono bombe!!! E non credo che questo non debba esser considerato… date le dimensioni della crisi italiana di sicuro peggiore rispetto agli altri cugini europei…

Allora penso che partendo dall’attuale situazione, sicuramente da ricostruire e non da affossare.., noi nuovi o giovani dovremmo unirci. Dobbiamo costruire delle reti, forti, valide, ma che non spariscono dopo 2 settimane per i noti interessi o controlli di potere. Creare una rete plurale e indipendente, animata da giovani che ricoprano degli incarichi di livello nella società, che operino nei diversi settori e che possano tutti insieme contribuire all’accrescimento della società e alla vera e propria ricostruzione dell’Italia. Ognuno che faccia il suo ruolo, solo ed esclusivamente per il bene comune!

C’è bisogno di una nuova generazione in rete, di ogni matrice culturale: sinistra, destra, rossi e neri, verdi e gialli, impiegati e avvocati, imprenditori e operai ecc…, che sappia collaborare, che costruisca progetti, che rispetti le leggi, la democrazia. Che ne faccia dell’innovazione e del rispetto per il prossimo e per il paese un, dogma!

Non si può che ripartire dallo sviluppo dei talenti delle comunità locali… per ricostruire un futuro diverso o almeno NOSTRO!

Emiliano Fatello

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...